A.C. Green

A.C. Green

Basket

Stati Uniti

Dopo una carriera amatoriale di successo, è diventato il numero uno dei Los Angeles Lakers, che ai tempi contava già grandi stelle come Magic Johnson e James Worthy.  A.C. Green ha giocato in quella squadra per otto stagioni prima di entrare nei Phoenix Suns.

In strada, A.C. Green non passa inosservato: da un'altezza di 2 m 10, l'ex stella di basket professionista si presenta come un gladiatore. Grazie alla sua notorietà, può costituire un esempio per i giovani. "So che hanno bisogno di seguire un esempio. Non amo farmi avanti, ma non mi vergogno di essere audace per Gesù Cristo".

A.C. Green ammette che non è sempre stato in grado di fare sentire la sua voce. Per un po' è andato in chiesa solo perché i suoi genitori hanno insistito. Il suo stile di vita è stato dettato dal suo ambiente, non dalle sue convinzioni. Ma tutto è cambiato il 2 agosto 1981. Alcuni amici lo avevano invitato per un week-end organizzato da un’ associazione di atleti cristiani. Quella Domenica, tutti hanno partecipato al culto in una chiesa.  A.C. pensava che fosse sufficiente essere un uomo buono per evitare di passare l'eternità all'inferno. Nulla di ciò che fosse di ordine spirituale gli interessava. Ma quella mattina, si sentì scosso dal titolo del sermone: "Vuoi andare in paradiso o all'inferno?"

"Mano a mano che l'uomo parlava, la mia sicurezza di andare in paradiso scompariva. Mi diceva che avevo bisogno di una relazione personale con Gesù Cristo, per compiere quello che si aspettava da me." A quel tempo, A.C. scelse di impegnarsi per Dio. Decise di lasciare che mai nessuno gli impedisse di seguire Gesù Cristo.

A.C. Green è orgoglioso delle sue imprese sui campi da basket. Ma è ancora più felice di essere “in vista” per poter influenzare i giovani con il suo esempio. Ha anche creato una fondazione per aiutare i gioventù.