Casey Shaw

Casey Shaw

Basket

Stati Uniti

Ci racconti come ti sei avvicinato al basket? 

Ho iniziato a giocare a basket da piccolo e mi ha subito appassionato. A 15 anni sono cresciuto di 15 cm in pochissimo tempo ed allora ho capito che il basket sarebbe stata la mia strada.

Da quanto tempo giochi come professionista? In quali squadre hai giocato e come sono state per te queste esperienze? 

Questa è la mia decima stagione da professionista. Il primo anno ho giocato come professionista con il Philadelphia 76ers. Sono arrivato in Italia la stagione successiva e da allora è iniziata la mia carriera italiana dove ho giocato per Cantu, Reggio Calabria, Trieste, Milano e Roma. Ho giocato anche per la Lega Spagnola ACB in Gran Canaria. Ognuna di queste esperienze è stata importante per me per svariate ragioni. Il Signore Gesù ha benedetto me e la mia famiglia grandemente in ognuna di queste bellissime città.

Qual è stato il momento più significativo ed indimenticabile della tua carriera? 

Essere stato selezionato per l’NBA.

Come mai ora vivi in Italia? Hai avuto qualche difficoltà ad adattarti? 

Ho sempre pensato che l’Italia fosse un posto incredibile dove vivere ed alla fine il mio agente mi ha trovato in lavoro qui. Non ho avuto nessun problema ad adattarmi. Amo l’Italia!

Ci racconti di come hai fatto entrare Gesù nel tuo cuore come personale salvatore? 

A 18 anni ho avuto la possibilità di viaggiare oltre oceano con una squadra evangelica chiamata “Athletes in Action”. In quel periodo sentivo un gran vuoto e mi sentivo particolarmente solo. Fino a quel momento non avevo mai frequentato una chiesa e anche se sapevo dell’esistenza di Dio, non l’avevo mai conosciuto personalmente e non avevo capito quanto fosse grande il Suo amore per me. Ringrazio ancora Dio perché un mio compagno di squadra durante quel viaggio mi parlò di Dio e del Suo amore per me. Mi spiegò che ero un peccatore ed ero privo della grazia di Dio, totalmente separato da Lui. Sinceramente, non ho potuto negare la realtà, sapevo bene di essere bel lontano dalla perfezione. La Bibbia dice che il salario del peccato è la morte, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù. Gesù stesso ha preso su di sé, sul legno della croce i mie peccati. Dio ha mandato il Suo unico Figlio, senza peccato, affinché chiunque crede in Lui non perisca ma abbia vita eterna. Quella notte capii ed accettai di essere un peccatore ed ho accettato Gesù come mio personale salvatore ricevendo la vita eterna. Mi inginocchiai e pregai. Immediatamente capii quello che era sempre mancato nella mia vita e perché prima mi sentivo così vuoto. Potevo davvero vedere la differenza che Gesù faceva nella vita del mio compagno di squadra. Da quel giorno sono cresciuto sempre più nel timore di Dio. Gesù mi ha dato la sicurezza della vita eterna, che un giorno sarò con Lui per sempre. Dio ha dato un senso ed uno scopo alla mia vita e voglio glorificarlo anche attraverso i talenti che Lui mi ha donato. Mi ha elargito e mostrato un amore infinito.

Com’è cambiata la tua vita da quando sei diventato un discepolo di Cristo? 

Ora so che la mia vita ha un significato ed uno scopo. Ho una gioia ed una pace che supera ogni intelligenza ed umana comprensione. Tante persone vivono la propria vita alla ricerca della felicità nelle cose che questo mondo può offrire, incluso soldi, ricchezza, potere ed anche nell’amore, ma la realtà è che la vera felicità si può trovare solo in Gesù Cristo ed in una relazione personale con Lui. Gesù disse nella Bibbia che Lui è venuto affinché avessimo la vita e l’avessimo in abbondanza (Giovanni 10:10). Da quel giorno posso dire di avere una vita abbondante.  

Cosa significa essere un atleta cristiano evangelico nel mondo del basket? Ti hanno mai chiesto perché ti comporti “diversamente”? 

Il fatto di essere un atleta cristiano evangelico mi ha dato la possibilità di parlare di Gesù a tante persone. Voglio portare gloria a Dio in ogni aspetto della mia vita e sono grato a Lui per poterlo fare anche attraverso il basket.

Cosa vorresti dire a quelli che leggono la tua intervista e non conoscono ancora Gesù Cristo come personale salvatore? 

La decisione più importante che devi prendere e quella di far entrare Gesù nella tua vita. È una decisione che ha conseguenze eterne per la tua vita e non può essere presa alla leggera. Dio ti sta aspettando, sta aspettando che ti riconosca come peccatore e Lo fai entrare nella tua vita come personale salvatore, per darti vita eterna ed un amore infinito. Rimarrai esterrefatto da quante e quali benedizioni ha in serbo per te!