Jean-Marc Chanelet

Jean-Marc Chanelet

Calcio

Francia

Dio m’ha esaudito.

Sono nato il 23 Luglio 1968 a Parigi. Adottato all'età di 5 mesi, sono stato cresciuto da genitori che mi hanno dato amore e mi hanno aiutato a conoscere Dio mandandomi in chiesa e facendomi fare la mia prima e la seconda comunione. Ho iniziato a giocare a calcio a otto anni e dopo il diploma nel 1989 mi sono indirizzato al calcio professionistico. Ho iniziato la mia carriera a Istres in seconda divisione per 4 anni e poi a Nimes per 2 anni.

In quel periodo, stavo conducendo una vita molto sfrenata (discoteche, alcool, sigarette).  Di tanto in tanto andavo in chiesa per stare bene e "per la mia buona coscienza". Successivamente, ho incontrato Fathia, una donna seria e giovane, nativa di Cabilia, che è diventata mia moglie. A 27 anni, ho lasciato Nîmes e la seconda divisione per sperimentare la "Champions League" con il Nantes, dove ho giocato per 5 anni. 

Ho cominciato a frequentare con regolarità la cattedrale di Nantes e Fathia mi accompagnava ogni tanto. A poco a poco ho cominciato a leggere la Bibbia e un giorno ho fatto la seguente osservazione: "Signore, vado regolarmente in chiesa, leggo la Bibbia ogni giorno, ma non mi sento vicino a te! Dove sei? "  Ho chiesto a Dio di reindirizzarmi spiritualmente e che io e Fathia (di confessione musulmana) fossimo in armonia spirituale. Dopo cinque anni meravigliosi a Nantes, due coppe di Francia e una semifinale di Champions League, ho avuto l'opportunità di firmare il contratto per l'Olympique Lyonnais nel luglio 2000, ho conosciuto il brasiliano Edmilson e scoperto che credeva in Dio.

Nella hall di un albergo per un'ora, abbiamo scambiato e confrontato la nostra fede, e ho notato che c'era qualcosa in lui che io non ho. Mi ha proposto di partecipare a un culto al quale mi sono recato con Fathia e fu proprio durante questo incontro che ho scoperto questo "qualcosa" che non sapevo. Tutti questi cristiani vivevano una relazione personale con Gesù, dal momento in cui l’hanno lasciato entrare nei loro cuori. Nel dicembre 2000, ho accettato Gesù nella mia vita. Qualche mese dopo, mia moglie ha preso la stessa decisione, dopo aver vissuto una forte esperienza: Una notte, la presenza di Dio le è apparsa, confermandole che Gesù è la Via, la Verità e la Vita. Qualche tempo dopo, lo Spirito Santo mi ha ricordato che avevo fatto due richieste a Dio due anni fa: il mio cambiamento spirituale ed il mio desiderio di essere in armonia spirituale con Fathia. Dio ha risposto ai miei desideri e quanto lo ringrazio!

Da allora, continuiamo il nostro cammino con il Signore. Ci siamo sposati e abbiamo avuto un secondo figlio. Aspiriamo a crescere e approfondire il nostro rapporto con il Signore per servirlo al meglio ogni giorno della nostra vita.