Johan Vonlanthen

Johan Vonlanthen

Calcio

Colombia

"Non si può dribblare Dio"

Al campionato Europeo del 2004 segnò il goal del pareggio (1:1) contro la Francia, diventando il più giovane cannoniere nella storia degli Europei. Da allora gli eventi si precipitarono…

Johan Vonlanthen racconta: “Anziché scendere in campo, mi ritrovai spesso in panchina, senza poter mostrare le mie abilità. L’amarezza e la delusione cominciarono a prendere il sopravvento! Sotto quella pressione cercavo di risolvere i problemi con le mie forze, ma inciampavo sul mio carattere. La stampa mi definì arrogante e ribelle, un giocatore che causa problemi. Allora mi ricordai dell'affermazione di una donna in Colombia, che dopo gli Europei mi disse: “Da solo puoi raggiungere molto. Ma una cosa è certa, solo con Gesù riuscirai realmente.” Mi accorsi, che volevo dribblare non solo me stesso, ma anche Dio”.

“Pensavo di poter credere in Dio mettendo da parte Gesù Cristo e mi sono veramente impegnato a farlo. Tuttavia, mi mancavano i centimetri decisivi per arrivare ad una relazione personale con Dio. Fare il bene è una cosa buona ma non è sufficiente a collegarmi con il cielo. Gesù Cristo funge da ponte tra Dio e me”.

A cura di Thomas Zindel

Testimonianza tratta dal libro "Il Goal della Vita". Campus per Cristo