Juan Carlos Valeròn

Juan Carlos Valeròn

Deportivo La Coruña Calcio

Spagna

“Ero un ragazzo come tutti gli altri e credevo in Dio quasi come tutto il mondo. Un giorno mi parlarono di Gesù Cristo, e iniziai a leggere la Bibbia. Quando compresi il grande amore di Dio per me, accettai il Signore come il mio Salvatore, senza dubitare neanche un momento.  Da allora sono cambiate tante cose nella mia vita. Dio è reale con me, e anche se a volte le cose sono difficili, Gesù mi aiuta a trasformare tutto in bene. In qualità di sportivo posso dirvi che tutto quel che ho raggiunto, lo devo al Signore. Da poco tempo, giocavo in una squadra della seconda divisione. E poco dopo mi sono trovato nella massima divisione del calcio spagnolo.  Voglio incoraggiare a tutti, bambini, giovani e adulti a confidare nel Signore, perché Lui è buono e attraverso Gesù ci dà tutto quello che abbiamo bisogno. Mi piace tanto il Salmo 23, in quanto mi ricorda che Dio è un padre che mi guida e che non mi fa mancare nulla.”

Juan Carlos Valeròn, centrocampista del RC Deportivo di Coruña, soffriva causa di una grave lesione riportata nella partita contro il RCD Mallorca. Il peggio fu quando i medici gli dissero che aveva una lesione molto complicata, che lo obbligava ad operarsi. L’incidente avvenne in un momento molto difficile della sua vita, e lo in quanto lo obbligò a rimanere sotto cura. All’età di 30 anni aveva davanti a se un duro recupero e più di un anno di allenamento. Disposto a continuare con la sua squadra, pretese troppo dal suo fisico ed ebbe un altro incidente, un’atra frattura. Così si ritrovò nella sala operatoria e poi a fare allenamento per altri 5 mesi.

All’inizio del 2007, Valeròn iniziò a vedere la luce della speranza all’orizzonte. Con l’inizio del nuovo campionato, il centrocampista biancoazzurro fu riconvocato sul campo. Fu una di quelle partite che si marcano in rosso nel calendario, l’avversario era il Real Madrid. La partita si concluse con 2-0 per la Coruña, e Capros ringraziò Valeròn per il suo bel gioco e gli diede il benvenuto nella squadra. Ma, l’odissea di Valeròn, con il suo complicato ginocchio sinistro non era finita. Nel momento che tutti si aspettavano la guarigione definitiva, le cose si complicarono e non gli permisero raggiungere la condizione fisica giusta per continuare il campionato. Prossimamente sarà sottoposto ad un altro intervento chirurgico.

Anche se attraversando un periodo difficile, non ha perso il suo sorriso e le sue frasi ottimiste. Le stesse che insieme al suo calcio trigonometrico lo hanno portato all’apice dello sport e del calcio spagnolo.