Roger Powell

Roger Powell

Basket

Stati Uniti

Un campione di basket e la sua fede. Roger Powell jr, soprannominato «The rev», il reverendo che infila i canestri e predica il Signore come ministro della Harvest FamilyChurch, chiesa evangelica di Chicago, rivela il suo rapporto con Dio

«Sono nato e cresciuto in chiesa ma il mio rapporto con Dio era ispirato dalla mia famiglia. Il 28 maggio 2004 è diventata una scelta tutta mia. Ho assistito al film "The Passion" di Mei Gibson. Alla fine della proiezione scoppiai a piangere, quelle emozioni, il sacrificio di Gesù, e l'interpretazione dell'attore che ha impersonato Cristo (James Caviezei) mi hanno illuminato. Ho sentito il bisogno di donare la mia vita a Dio, poi mi sono avvicinato alla Harvest Church. Mi chiamano "Ministro" ma non sono stato ordinato: sono al primo livello teologico, insegno ai bambini e diffondo la parola di Dio. Oggi il basket è il mio lavoro e la fede è il valore più bello della vita, la alimento leggendo la Bibbia tutti i giorni».

Powell diffonde il suo culto sul sito internet www.rpjmi-nistries.org dove cita il versetto della Bibbia preferito, dalla lettera di San Paolo apostolo ai Filippesi, popolo pagano della Macedonia (4:13) «Posso ogni cosa in Colui che mi rafforza», uno sprone alla fede che adotta anche in campo. Così è sempre in pace con se stesso. 
«Quando non mi passano la palla, non mi arrabbio, vuoi dire che non mi vedono — conclude Powell —. Prego il Signore anche per farmi vincere la partita o segnare un canestro importante, non lo nascondo, ma se perdiamo non me la prendo certo con Lui».  

Powell sorride: «La fede è una conquista, il Signore è sempre pronto ad accostare i nostri bisogni ma il primo passo dobbiamo farlo noi». 

A cura di Andrea Tosi