Sam Bradford

Sam Bradford

St. Louis Rams Football

Stati Uniti

Come la tua fede in Cristo ti aiuta a gestire la tensione?

Mi aiuta solo sapere il fatto che non sto andando sul campo da gioco da solo. Ci sto andando sempre accompagnato da Dio. Egli è sempre con me. Anche se le cose sul campo non vanno come vorrei e ci sono 80000 persone che mi fischiano, o se perdiamo la partita e l'intera nazione vuole tagliarmi la testa, io so sempre che c'è Qualcuno che mi ama incondizionatamente. 

Quali lezioni di fede hai imparato durante la tua "Redshirt Season"?

Probabilmente la cosa più importante che ho imparato è stato il potere della pazienza e della perseveranza, e sapere che ogni cosa che Dio fa, Egli la fa per una ragione. Egli sa quello che sta facendo. Non è nostro compito chiederGli cosa stia facendo con le nostre vite. Egli ha un proposito per questo, e noi dobbiamo solo credere in Lui e sapere che il Suo piano è la giusta via.

Come ti aiutano le storie della Bibbia a rimanere motivato?

Prima di ogni partita, io leggo la storia di Davide e Golia. Leggere quella storia mi rassicura su Dio e sulla Sua potenza. Mi da confidenza solo il fatto di sapere che Egli è sempre lì con me, e che, quando tu ti presenti nel Suo nome, Egli si prenderà cura di te. 

Come gestisci le pressioni negative?

In realtà non ho mai lasciato che la pressione mi disturbasse. È qualcosa che i miei genitori mi hanno sempre detto. Forse non tanto con la mia fede, ma con altre cose - le persone che cercano di pressarti a bere o a fare uso di droghe -, e penso che ho sempre ricondotto questo alla mia fede. Perché dovrei preoccuparmi di quello che ciascuna persona pensa su come io credo? È il mio credo, e faccio quello che faccio.

Qual è il tuo consiglio per coloro che hanno paura di condividere la loro fede?

I bambini sarebbero sorpresi di quante persone sarebbero interessate ad ascoltare la loro fede. Io penso che ci sono molte persone che sono spaventate dal fatto di potere condividere la loro fede perché pensano che gli altri sono tanto più forti di loro, o che non si curano di loro. Ma, a mio avviso, andare alla Confraternità degli Atleti Cristiani e sentire la testimonianza di altri studenti-atleti che danno la propria testimonianza mi ha aiutato molto. E penso che sareste sorpresi nel vedere quanto avete in comune con le altre persone.