Aquile in volo!

Caro Atleta di Cristo,

 

Quante volte in qualità di atleta sei stato portato ai limiti delle tue forze? Quante volte ti sei detto: “Basta, adesso proprio non ce la faccio più”! E quante volte sei poi riuscito a superarti e ad “andare oltre”? Oltre ogni forza, oltre ogni limite... Oltre!

C'è un passo, sempre nel libro d'Isaia, che ci fa volare... ci porta oltre i nostri limiti, perché Dio c'invita ad acquistare da Lui NUOVE FORZE !

 

Leggi: Isaia 40:27-31 (Libro di Isaia, al capitolo 40, i versetti 27 a 31)

 

Il Signore raccoglie qui i lamenti del Suo popolo. Poveri noi quando pensiamo che i nostri problemi sono nascosti al Dio Altissimo. Poveri noi quando pensiamo che al Signore non importa niente dei nostri diritti... che la nostra causa è persa se fosse per Lui... Poveri noi...

Qui il profeta Isaia riprende duramente i suoi connazionali, perché in fondo pensano proprio così: “tanto Dio non si preoccupa di me, la mia via gli è nascosta”. Ed ecco il Signore attraverso il Suo servo puntualizza: “Non lo sai tu? Non l'hai mai udito? Il SIGNORE È DIO ETERNO, IL CREATORE degli estremi confini della terra; EGLI NON SI AFFATICA E NON SI STANCA; LA SUA INTELLIGENZA È IMPERSCRUTABILE.” Parole incredibili e che ti colpiscono come un pugile che sta per mettere KO il suo avversario!

Dio Eterno e Creatore, Intelligente all'estremo e instancabile all'infinito ! Ti serve altro?

Ma naturalmente non finisce qua, Egli elargisce generosamente le Sue forze a chi è abbastanza umile da comprendere che ne ha bisogno e gliele chiede con la necessaria fiducia e fede per poterle fare proprie. Quante volte posso immedesimarmi a questa situazione?

A questo punto le mie forze si rinnovano e si moltiplicano! Anche perché diventano la Sua forza in me! E posso spiccare il volo come l'aquila per andare lassù, sempre più in alto... Oltre i miei limiti e le mie piccole e ristrette possibilità.

 

Le aquile hanno una caratteristica interessante: la mamma aquila per insegnare a volare ai suoi piccoli li carica sulla propria schiena e li porta a passeggiare nel cielo! Naturalmente gli aquilotti si sentono perfettamente al sicuro, anche perché se dovesse capitare che per un motivo o un altro il piccolo dovesse cadere, la madre è talmente veloce in picchiata che in un attimo lo riprende al volo sulla sua schiena, quasi come se niente fosse

La vuoi una buona notizia? Dio è ancora più veloce delle aquile! Non corriamo assolutamente nessun pericolo adagiati sulle Sue spalle. Egli ci porta lassù per avere la Sua visione delle cose, Egli ci dona forze nuove per correre con Lui senza stancarci e infine ci vuole al Suo fianco per camminare assieme a Lui, senza affaticarci, ogni giorno di questa vita che ci offre.

 

Mi viene in mente l'immagine di un mulino ad acqua, costruito accanto al fiume e la cui ruota a pale gira in continuazione perché è la corrente dell'acqua che la sospinge, giorno e notte, senza tregua; solo se dovesse mancare l'acqua si fermerebbe, ma se il corso d'acqua si chiama Gesù, il tuo mulino girerà allegramente senza stancarsi mai, avrà sempre quella forza in più e quel vigore che farà di te un trascinatore per il Signore!

La condizione è pero sempre quella: sperare nel Signore!!!

 

Buona settimana a tutti! Che il Signore possa rinnovare in te la fame e sete di conoscerLo sempre meglio per camminare, correre e conquistare per Lui con le Sue forze rinnovate !

Sempre vostro con affetto in Gesù!

Sergio