Cosa fare ?

Caro Atleta di Cristo,

 

Ultimamente ho letto il libro del profeta Geremia quasi d'un fiato... in pochi giorni ho voluto percorrere questi 52 capitoli per cercare di capire meglio il pensiero di Dio trasmesso attraverso questa scrittura. È stato appassionante !

Devo essere onesto, ci vuole molta disciplina e per “ingranare”, magari anche un po’ di perseveranza, ma questo libro è talmente ricco e pieno di risvolti che naturalmente bisogna rileggerlo con più calma... È anche vero che questa volta l'ho letto con un occhio diverso e non mi sono soffermato su molti aspetti, anche perché altrimenti non sarei riuscito nell'intento che mi ero prefissato.

 

Geremia, non era per niente quel piagnucolone che riferisce la definizione popolare con il termine “geremiade”. Infatti leggendo questo libro scopriamo un servo di Dio molto coraggioso e non stupisce affatto che il Signore abbia continuato ad affidare a Geremia la Sua Parola per il popolo e per i re con cui ha avuto a che fare per un lasso di tempo di circa 40 anni.

È interessante notare che il profeta era nello stesso momento riconosciuto come la voce dell'Eterno e sollecitato come tale, ma anche perseguitato e maltrattato perché dava un messaggio duro e rigoroso... Un po’ come se vai dall'allenatore per chiedere consiglio per giocare meglio e poi gli dai un bel pugno in faccia perché ti dice che devi mangiare più sano, riposare di più e correre senza sosta...

 

Leggi: Geremia 42 1-6 (Libro di Geremia, al capitolo 42, i versetti da 1 a 6)

 

Questi capi vengono dal profeta e sembrano disposti a qualsiasi cosa pur di obbedire a Dio. Quindi Geremia fa la sua parte, chiede al Signore una parola, una direzione... E l'Eterno risponde !

È anche interessante in questo brano notare come Dio viene personalizzato a secondo di chi parla: “il tuo Dio... il Signore tuo Dio.... il vostro Dio... e infine il Signore nostro Dio...” insomma, sembra che non si riesca bene ad appropriarsi del Signore come proprio Dio, quasi come se più è distante e meno sia legittimo ubbidirgli o no.

E proprio qui è il punto! Finché Dio non è personale, fin quanto non hai una relazione intima con il Signore, sei in balia di altre voci. Esattamente come questi uomini che dicono volere ubbidire a Dio e poi... leggiamo all'inizio del capitolo successivo le loro accuse contro Geremia: “... Tu dici il falso; il Signore il nostro Dio, non ti ha mandato a dire...” (Geremia 43:2 e successivi).

Allora ? Vuoi la Parola del Signore o non la vuoi ? Alla fine, se hai già deciso cosa farai, perché vuoi sapere cosa ne pensa il Signore ? Puoi forse ingannare Dio ? Oppure vuoi fare solo bella figura ?

Anche il re Sedechia chiese a Geremia di rivelargli la Parola del Signore ma poi disubbidì e invece di usufruire della grazia che il Signore voleva concedergli, morì miserabile e cieco in prigione a Babilonia. (vedi Geremia 38:14-23 e Geremia 52:9-11).

È tutto inutile se non si è disposti a cambiare idea. Se il Signore ti vuole indicare una strada ma a te non fa comodo in quel momento, non dire: “Il Signore non mi ha risposto...”, dì piuttosto: “Non m'importa seguire i consigli del Signore, ho già deciso per me stesso.” È più onesto e almeno sai a chi dare veramente la colpa quando le cose andranno storte .

 

Il Signore ancora oggi non ci lascia orfani. La Sua Parola è molto chiara ed è una guida perfetta per il sentiero della nostra vita! Gesù ci ha indicato la strada, anzi EGLI È LA VIA !!! Quando abbiamo dei dubbi su quale decisione prendere o quando siamo ad un bivio e sinceramente ci poniamo la domanda: “Signore dove devo andare?”, se non siamo ipocriti e prendiamo il giusto tempo davanti al Signore per ascoltare la Sua Voce, Egli è Fedele e Giusto da guidarci e vuole farlo! Solo che troppo spesso, prendiamo noi la decisione e poi chiediamo a Dio di benedirla.

Stiamo attenti ! Come ai tempi di Geremia oggi ancora Dio parla ! Tocca a noi riconoscerla e ubbidirgli !

 

Che il Signore ci aiuti a rimanere vicini a Lui per riconoscere la Sua Voce e non essere ingannati dal nostro io che spesso grida più forte... Buona settimana a tutti !

 

Sempre vostro con affetto in Gesù!

Sergio