França tra i bomber più forti d’Italia «Ora voglio il ripescaggio»

França tra i bomber più forti d’Italia «Ora voglio il ripescaggio»

martedì 10 maggio 2016
Trentatrè reti le ha segnate Higuain in serie A; 32 quelle segnate dall’ex bluceleste Ferrario del Bra nel girone A di serie D e 28 quelle siglate da Pera del Delta Rovigo nel girone D dei Dilettanti. Ma per il resto Carlos França, il bomber italo-brasiliano del Lecco ha segnato più di tutti.

Come Meloni dell’Unicusano Fondi (serie D girone H): ben 27 gol. Gli altri bomber delle prime quattro serie del calcio italico, inseguono tutti il bomber bluceleste. Ventiquattro gol ha segnato Lapadula del Pescara in serie B. Brighenti della Cremonese nel Girone A di Lega Pro ne ha segnate 17; Scappini del Pntedera, nel girone B ne ha segnate 24; Iemmello del Foggia nel girone C altre 24. In serie D, poi, fatte le eccezioni di cui sopra, non c’è storia: Mastroianni dell’Este nel girone C ne ha segnate 24; Santini del Montecatini 22, nel girone E; 19 ne hanno segnate Dos Santos (Chieti) - Titone (Sambenedettese) nel girone F; 22 Cruz dell’Albalonga nel girone G; 21 Foggia (Gragnano) e Catania (Siracusa).

Insomma, una stagione da incorniciare per il “bomber di Dio” che ha sempre messo la sua vocazione laica come ispiratrice della sua carriera e della sua vita. «Ringrazio sempre Dio per quello che mi ha regalato. Ma non è il mio record: in campionato, due stagioni fa, ne avevo fatti 29 a Rapallo. E il mio primo anno italiano ne avevo fatti 28 a Chiavari. Mentre l’anno scorso a Cuneo ne avevo segnati 27, come in questa stagione».

www.laprovinciadilecco.it