Matera-Akragas, la Città dei Sassi sfida la Città dei Templi

Matera-Akragas, la Città dei Sassi sfida la Città dei Templi

sabato 5 settembre 2015
Sarà Matera-Akragas la partita che apre il campionato di Lega Pro 2015-2016 delle due squadre biancoazzurre nel girone C. Una sfida che mette contro due città storiche, due fiori all'occhiello dell'Italia meridionale: da una parte Matera, la Città dei Sassi anche Capitale Europea della Cultura 2019, dall'altra Agrigento, la Città dei Templi. Ci sarebbe tanto di cui parlare riguardo la storia di queste due città antiche e visitate da turisti di tutti il mondo, segno che il calcio è ancora in grado di essere comune denominatore, ma bisogna fermarsi qui.

Il Matera, dopo essere arrivato da matricola alle semifinali Play Off per l'accesso alla Serie B, si ripresenta ai nastri di partenza del nuovo campionato con rinnovate ambizioni, un nuovo gruppo e un nuovo allenatore: ciò che non è cambiata di una virgola è la voglia di fare calcio di una società ambiziosa, capeggiata da un presidente competente in materia calcistica e in grado di mettere su, insieme al suo staff, una rosa considerata dagli addetti al lavori come una delle probabili sorprese verso la rincorsa ai primi posti. Dal canto suo, l'Akragas giunge in Lega Pro per la prima volta da quando la terza serie nazionale ha assunto questa denominazione. Il nuovo percorso è segnato dall'arrivo di una società anch'essa ambiziosa, che ha dichiarato di voler portare in tre anni gli agrigentini per la prima volta in Serie B. Questo percorso triennale inizia da mister Legrottaglie, alla sua prima esperienza da allenatore, e continua con la creazione di una rosa formata da gente che ha calcato i campi della Serie A fino a qualche anno fa: se hai gente come Almiron, Capuano o Madonia non si può pensare all'Akragas come semplice matricola.

E' la sfida in panchina tra due atleti di Cristo, un aspetto della vita privata che accomuna Dionigi e Legrottaglie, tra i quali c'è anche una grande amicizia. Dionigi ha a disposizione una rosa priva di capitan Iannini, squalificato, e del difensore De Franco, ancora ai box dopo il grave infortunio al ginocchio dello scorso anno. Da valutare la presenza del centrocampista Marco Armellino, tormentato in questi giorni da un guaio muscolare che potrebbe farlo partire dalla panchina. Mister Legrottaglie dal canto suo non avrà a disposizione Savonarola e Trofa, mentre partirà alla volta di Matera dopo aver superato un problema al ginocchio anche l'ex di turno Giuseppe Madonia, vero protagonista con i biancoazzurri di casa nella passata stagione.

Giovanni Colucci
www.tuttolegapro.com